Denbora mugimenduan  ordu bat 19 minutu

Iraupena  2 ordu 16 minutu

Koordenatuak 1325

Noiz igoa 28 de agosto de 2019

Noiz egina agosto 2019

  • Balorazioa

     
  • Informazioa

     
  • Erraza jarraitzeko

     
  • Ingurunea

     
-
-
168 m
61 m
0
1,9
3,8
7,54 km

Ikusita 310 aldiz, jaitsita 8 aldiz

Nondik gertu: La Vergine, Toscana (Italia)

"Se non la fai finita ti mando a Giaccherino!"
Con queste parole mia madre era solita minacciarmi quando, da bambino, combinavo una birichinata particolarmente clamorosa.

Il Convento di Giaccherino fu sede del Collegio Serafico dal 1873 fino alla metà del secolo scorso. La biblioteca del Convento, con i suoi 4400 volumi, già alla fine del Seicento era senza dubbio la più importante raccolta libraria del territorio pistoiese. Con le soppressioni ottocentesche, gran parte del patrimonio librario del Convento (55 manoscritti e oltre 5000 volumi a stampa) passò alla Biblioteca Forteguerriana. (Fonte: sito della Forteguerriana).

Nel racconto che ne faceva mia madre, però, il Collegio di Giaccherino veniva dipinto a tinte ben più fosche. Da ogni parte della provincia vi venivano condotti i bambini più disobbedienti e indisciplinati. I genitori, non sapendo più che pesci prendere, si vedevano costretti ad abbandonarli lassù, a tempo indeterminato. In quel luogo freddo e sinistro i disgraziati pargoli erano sottoposti dalle suore ad una terribile vita di privazioni, rigidità e punizioni (anche corporali). Ogni giorno, pranzo e cena, veniva propinato loro il cibo che più odiavano (nel mio caso il gorgonzola); ogni mattina prima dell'alba si riceveva la sveglia a suon di urla e vergate nelle gambe; non esistevano giochi e svaghi, ma soltanto studio e lavoro nei campi.

Ovviamente mia madre ometteva sistematicamente un dettaglio: il Collegio era ormai chiuso da circa 40 anni.

Ho deciso dunque di recarmi a piedi al Convento per vederlo, da adulto, per la prima volta coi miei occhi. La strada che ho percorso, partendo da Pistoia e passando da Pontelungo, attraversa un bel tratto di campagna vicino ai torrenti Montagnana e Ombrone. Si tratta di un percorso ad anello dove l'andata e il ritorno sono costituiti da due strade in gran parte differenti. Se si percorrerà la strada in senso inverso si avrà una salita più impegnativa e una discesa più dolce.

L'ultimissimo tratto del percorso può essere percorso solo in estate, quando l'Ombrone è in secca ed è dunque possibile attraversarlo. La traccia GPS è piuttosto sprecisa, ma è comunque possibile capire quali siano le strade da percorrere, anche con l'aiuto delle foto.
Argazkia

Ponticello sul torrente

Argazkia

Secondo ponticello (superato)

Argazkia

Strada nella boscaglia

Argazkia

Sentiero

Argazkia

Secondo sentiero

Argazkia

Convento di Giaccherino

Argazkia

Stradicciola della Via Crucis

Argazkia

Bellissima veduta di Pistoia e della piana

Argazkia

Stradicciuola sterrata

Argazkia

S. Pietro in Vincio

Argazkia

Stradicciuola all'Ombrone

Argazkia

Campi di granoturco e discesa dall'argine dell'Ombrone

Argazkia

Ombrone in secca. Attraversamento possibile nella stagione estiva

Argazkia

Ingresso Via dello Spartitoio

Argazkia

Cavalcavia pedonale

Argazkia

S. Maria Maggiore

1 iruzkina

Nahi izanez gero edo ibilbide hau