Koordenatuak 524

Noiz igoa 31 de marzo de 2021

Noiz egina marzo 2021

-
-
140 m
-4 m
0
28
56
112,12 km

Ikusita 966 aldiz, jaitsita 59 aldiz

Nondik gertu: Lido di Ostia, Lazio (Italia)

Pagina Facebook


Instagram



Percorso effettuato l’ultima volta in data 31 Marzo 2021
Traccia registrata con Garmin GPSMAP 64S

Tipologia di percorso: anello

ATTENZIONE: se percorrete il Sentiero Pasolini nei giorni e orario di chiusura della Tenuta Corsetti, siete costretti a lasciare l’argine molto prima di come indicata dalla traccia e a svoltare su Via del Correttore Primario per andare a riprendere la traccia molto più avanti a Via Sarnico.

Descrizione
Da Ostia (la partenza è stata impostata dal Pontile), ci si dirige verso l’ultima traversa di Viale dei Promontori, ovvero Via Capo delle Colonne e si entra nella pineta: in questo tratto va seguita la traccia GPX perché ci sono diversi sentieri che si incrociano e non è presenta alcuna segnaletica. Ad ogni modo bisogna andare verso Via di Piana Bella dove è presente un piccolo borghetto con l’asilo nido “Dire Fare Giocare” e il “Piccolo Ranch” (entrambi con waypoint su Google Maps).
Da qui parte una comoda sterrata lunga 1,5 km parallela all’Ostiense e che porta fino a Via di Castel Fusano nei pressi del Cimitero di Ostia Antica (poco prima è presente un bunker della seconda guerra mondiale).
Giunti sulla strada, si va a sinistra (consiglio di rimanere sul marciapiedi perché quel tratto è sempre abbondantemente trafficato) e si scende fino all’incrocio (semaforo): qui si attraversa la strada due volte per dirigersi verso Ostia Antica e si entra nel borghetto medioevale che merita certamente una visita.
Si esce dal borghetto su Viale dei Romagnoli e si va a sinistra fino a Via Capo Due Rami (sterrata) che si imbocca sulla destra.
Percorsi 200 m si prende si va a sinistra alla prima traversa su Viale del Ponte delle Memorie e si mantiene sempre la destra poco su Via Gherardo che seguiamo fino a limitare la recinzione perimetrale del Parco Archeologico di Ostia Antica: qui andiamo a sinistra per raggiungere velocemente l’Imbarcadero.
Si torna indietro e questa volta seguiamo la traccia di sentiero salendo sull’argine del Tevere.
Dopo 7 km senza possibilità di errore si giunge alla Tenuta del Dragone – Azienda Agricola Corsetti, che si attraversa stando attenti ad eventuali trattori e macchine agricole in movimento e tenendo sempre bene a mente che vi trovate in una proprietà privata
Si lascia la tenuta sul viale alberato e superato il cancello verde di ingresso, si prende Via Sarnico che si percorre per intero fino alla recinzione, la si costeggia e si entra nel Parco del Drago (presente una freccia direzionale con la scritta “Sentiero Pasolini”).
Seguiamo la traccia fino ad una netta svolta sulla sinistra dove si stacca una discesa abbastanza ripida e da fare con cautela, che porta sulla ciclabile del Parco Vittime del Razzismo: seguiamo la ciclabile senza prendere le varie traverse che si incrociano, fino a superare il ponte ciclabile dove subito dopo si va a sinistra su Via Ottone Fattiboni e subito dopo a destra su Viale Alessandro Ruspoli, si incrocia Via del Dragoncello e si va ancora a destra.
Dopo 100 m circa, si svolta a sinistra su Via Giuseppe Beduschi e subito a destra su Via Andrea da Garessio e giunti alla rotatoria si va a sinistra su Via Daniele Badiali: giunti alla rotatoria la si supera e si prende Via dei Monti San Paolo in discesa e che più avanti diventa una sterrata (anche qui scendere con cautela, fondo un po’ dissestato), ricongiungendoci nuovamente con il Sentiero Pasolini.
Qui si va a destra e si rimane sull’argine fino a sfiorare la Via del Mare: si prende lo stretto sentierino sulla destra e si esce su Via Albi, si fa il sottopasso della Via del Mare e si sbuca sull’Ostiense. Rimanendo sul marciapiede (sconsiglio l’Ostiense) si sale verso il semaforo, si attraversa entrando nel parcheggio della stazione di Casal Bernocchi.
Prendiamo il sottopasso della ferrovia Roma-Lido (murales dedicato a Pier Paolo Pasolini e “Mamma Roma”) e alla rotatoria andiamo a sinistra in decisa salita su Via Egidio Garra fino ad incrociare Via Giovanni Andrea Scartazzini che si prende per finire poi su Via Giambattista Gelli e si raggiunge Via di Malafede. La percorriamo fin quasi alla Colombo e poco prima, all’altezza dell’entrata del campeggio Fabulous Village, entriamo a sinistra andando a prendere una sterrata che costeggia in discesa la Cristoforo Colombo.
Seguendo il sentiero, si supera il Sentiero Trilussa e si esce su Via delle Alfonsine, dove si va a destra facendo il sottopasso della Colombo, quindi su Via di Mezzocamino andiamo a sinistra alla prima traversa per salire sulla Colombo (in questo tratto prestare molta attenzione ovviamente): percorsi 1,4 km andiamo a destra su Via Armando Brasini, scendiamo alla rotatoria e andiamo ancora a destra passando nuovamente sotto la Colombo e alla rotatoria successiva andiamo sempre a destra. Subito dopo sulla sinistra si entra nel parco La Porta di Martin Mystere prendendo la ciclabile che si percorre brevemente e usciti dal parco andiamo a destra fino alla rotatoria dove si prende Viale Luigi Guglielmi fino ad imboccare dopo 1,3 km le ciclabili di Via della Grande Muraglia, Via Fiume Bianco e Viale Camillo Sabatini.
Superata Via di Decima prendiamo un sentierino poco prima del fosso, si va verso la ferrovia e si segue la traccia che ci porta sulla Ciclabile Tor di Valle.
Da qui seguiamo la ciclabile fino al centro di Roma e la lasciamo all’altezza Ponte Sant’Angelo (scale) per fare un breve giro al centro e toccando Piazza Navona, Montecitorio e Piazza Colonna, Via del Corso, Piazza di Spagna, Via Margutta e Piazza del Popolo.
Si torna sul Lungotevere e si prende Ponte Giacomo Matteotti dove parte la ciclabile Viale delle Milizie e giunti in Via Trionfale la seguiamo fino a salire allo Zodiaco di Monte Mario.
Si torna indietro passando per San Pietro e andando a riprendere la ciclabile del Tevere che praticamente non lasciamo più fino a sbucare dopo diversi km su Via Portuense a Fiumicino. Qui si va verso la Darsena e si prende la ciclabile del lungomare che si percorre fino all’altezza di Via Licio Visintini che prendiamo sulla sinistra e poco dopo andiamo a destra su Via del Faro.
Da qui seguendo la traccia che costeggia il Tevere arriviamo a Ponte della Scafa, lo superiamo andando in direzione Ostia per tornare al punto di partenza.
Bidegunea

Ingresso Pineta

Argazkia

Bunker

Eraikin erlijiosoa

Sant'Aurea

Gaztelua

Castello Giulio II

Argazkia

Borghetto

Argazkia

Imbarcadero

Argazkia

Cancello Tenuta Corsetti

Argazkia

Recinzione

Argazkia

Ingresso Pasolini

Argazkia

Murales Pasolini

Bidegunea

Incrocio Ciclabile Tor di Valle

Argazkia

Pontile di Ostia

Argazkia

Ingresso Via Alfonsine

Zubia

Ponte Garibaldi

Zubia

Ponte Vittorio Emanuele II

Argazkia

Montecitorio

Argazkia

Piazza di Spagna

Argazkia

Piazza del Popolo

Eraikin erlijiosoa

San Pietro

Ikuspegia

Zodiaco

Zubia

Ponte della Magliana

Gaztelua

Episcopio di Porto

Argazkia

Ciclabile Parco Leonardo-Porto

Kokapenaren inguruko iritzi eta galderak

    Nahi izanez gero edo ibilbide hau