-
-
223 m
58 m
0
8,0
16
31,95 km

Ikusita 169 aldiz, jaitsita 7 aldiz

Nondik gertu: Case Riminino, Lazio (Italia)

Bel giro ad anello che attraversa un paesaggio incontaminato e solitario. L’itinerario comincia nel suo punto più elevato, segue all’inizio il Sentiero dei Briganti fino al Castello di Vulci per poi risalire sul lato toscano della valle del Fiume Fiora passando dal Ponte di San Pietro.
Dopo un primo tratto su strada sterrata in mezzo a campi e pascoli il percorso si riduce per circa 200m a stretto sentiero dove qualche rovo sporgente può dare fastidio. Al km 2, dopo l’attraversamento del fosso Strozzavolpe (normalmente privo d’acqua) si entra nella tenuta dei Principi Torlonia che acconsentano passaggio (importante richiudere bene il cancello per mantenere il ‘patto’ con i proprietari). Comincia uno sterrato a tratti un po’sassoso che attraversa con leggera pendenza uno dei rari esemplari di bosco primordiale della zona. Arrivati in fondo alla discesa c’è un secondo cancello da manovrare e da richiudere correttamente.
Il percorso prosegue su un sentiero stretto tra cespugli che costeggia un vasto pascolo con mucche maremmane e cavalli. Al km 4,6 comincia una strada di terra che purtroppo in seguito a forti piogge si trasforma in una pista di fango difficilmente praticabile. Dopo circa 1 km, passato il Riminello (la fattoria della tenuta) le condizioni della strada migliorano gradualmente e si prosegue diritto verso il Castello di Vulci che comincia apparire in lontananza.
Raggiunto la SP 107 si volta a destra e si attraversa il Fiora con spettacolare vista del Castello e dell’antico ponte di Vulci. Dopo un tratto breve sulla strada provinciale Campigliola (si è ora in Toscana) si lascia di nuovo l’asfalto e si scende su sterrato nella valle del Fiora. Al km 16,5 comincia una lunga risalita e le condizioni della strada peggiorano (pericolo di fango in caso di pioggia) ma i bellissimi scorci sulla valle compensano. Al km 19,8 si raggiunge l’agriturismo Riminello e da lì in poi la strada è in ottime condizioni. Si sale ancora un po’ fino all’agriturismo Montecalvo dove la strada si allontana dal fiume e inizia una bellissima discesa attraverso un fitto bosco ad alto fusto.
Dopo un’altra ripida ma breve salita si raggiunge Ponte San Pietro che segnava l’antico confine tra Sato Pontificio e Granducato della Toscana. Su strada asfaltata ma poco trafficata si risale il versante sinistro della valle e dopo pochi chilometri si chiude l’anello.
L’itinerario può essere iniziato in qualsiasi punto (p.e. partendo dal Castello di Vulci)
Autore: Werner (+39 3889899146; werner.matthias.schmid@gmail.com)

2 iritzi

  • argazkia pisolo_v

    pisolo_v 16-jun-2020

    Salve. L'avete fatto di recente?
    Giusto per essere sicuri che il passaggio nella tenuta sia sempre possibile.
    Grazie
    Maurizio

  • argazkia Paola e Gino

    Paola e Gino 16-jun-2020

    E' stato percorso il 28 febbraio. Per maggiori informazioni chiedi a Werner werner.matthias.schmid@gmail.com

Nahi izanez gero edo ibilbide hau