Iraupena  5 ordu 29 minutu

Koordenatuak 2637

Noiz igoa 11 de junio de 2020

Noiz egina enero 2020

-
-
733 m
5 m
0
5,2
10
20,73 km

Ikusita 131 aldiz, jaitsita 3 aldiz

Nondik gertu: Masone, Liguria (Italia)

Il percorso proposto parte da Masone, raggiunge il Passo del Turchino e prosegue a Est sulla dorsale del Monte Turchino, Monte Ottino fino al Passo Veleno. Noi abbiamo voluto fare la dorsale, ma consiglio caldamente di fare l’AVML dal Turchino fino al Passo Veleno. Infatti, il sentiero è inesistente, coperto da rovi e eriche infestanti. Infatti, prima del Bric Prato D’Erma, abbiamo continuato per il tracciato dell’AVML. Per raggiungere l’AVML abbiamo percorso la SS 456 Del Turchino, per 350 m calcolati dal secondo ponte del torrente, fino all’incrocio per Via Busa. Si sale fino ad un primo gruppo di case (520 m) e si prosegue per un secondo gruppo (540 m) dove, abbandonata l’ultima casa, il percorso prosegue per una mulattiera in salita a destra. Si sale per un breve tratto nel bosco per raggiungere la SP73 del Faiallo all’incrocio con Via Cappelletta di Masone. (620 m) Da qui si prosegue per l’AVML, raccomandabile, fino al Passo Veleno. (660 m) (A parte noi!) Dal Passo Veleno si scende a Sud per un percorso che, poco più avanti, si divide in due parti: un percorso più facile con segnavia Triangolo Rosso Vuoto che conduce al b&b Una Casa Nel Bosco e subito dopo si arriva alla strada asfaltata Via Giutte, oppure un percorso più lungo e tortuoso (Senza Segnavia) (625 m) Da qui si scende in modo piuttosto rapido, perdendo circa 100 m di quota, con alcune difficoltà a trovare la traccia, fino a incontrare il Sentiero delle Baracche de Pria che passa piad Ovest dalla Pietra Di Issel. (535 m) Tenendo la destra si segue ancora il percorso fino ad un cancello che obbliga ad una deviazione a sinistra che contorna la recinzione. (486 m) Percorsi circa 200 m, in forte pendenza, ci si immette nel percorso San Carlo di Cese- Punta Martin e si svolta a destra per continuare. (466 m) Altri 200 m e si deve svoltare bruscamente a sinistra per riprendere il Sentiero delle Baracche de Pria. (425 m) La mulattiera scende d’apprima su un piccolo rio che lo si attraversa per continuare in piano fino al Rio Martino dal quale si prosegue per il bosco continuando in piano. (412 m) Questa parte del sentiero è abbastanza percorribile ma è priva di contrassegni. Si attraversa un primo rio, poi un secondo e dopo ci si trova in un sentiero di difficile percorrenza, evidentemente poco frequentato. Oggi, senza conoscerlo, in assenza di indicazioni, e senza seguire una traccia GPS è praticamente impossibile seguire il tracciato, col rischio di cercare una traccia di sentiero praticamente indistinguibile dalle tracce lasciate dagli animali. Ad un certo punto la traccia devia a sinistra (394 m) e sale verticalmente guadagnando, in circa 300 m di lunghezza, ben 90 m di quota fino a raggiungere la bella pineta nei pressi della Cima Legea. (484 m) Qui il sentiero coincide con quello che da Acquasanta porta a Punta Martin, in ottimo stato di manutenzione, seguendolo fino al guado del Rio Baiardetta. (327 m) Attraversato il rio seguendo il percorso si arriva al bivio Gazeu (290 m) dove si prosegue diritto, per il comodo sentiero, alle Case Pezzolo e, proseguendo, alle case Biguggi e alla strada asfaltata per la Colla di Pra. (240 m) Si svolta a sinistra per raggiungere, con qualche tornante, la Colla Di Pra dalla quale si continua svoltando a destra per Via Acquasanta. (316 m)
Diciamo subito che questa parte del percorso per Voltri, non ha nessun contrassegno e quindi sarebbe meglio seguire la traccia scaricata. Si Procede su strada sterrata tenendo sempre la via principale, passando per i bei prati dei Piani di Pra, (290 m) si supera d’apprima una vecchia cascina sulla sinistra, seguita da un’altra, fino in cima al dosso in corrispondenza di un’antenna a destra. (320 m) Da qui la strada diventa asfaltata e prosegue fino all’incrocio con via Superiore Andrea Podesta, dal quale si prosegue a sinistra. Dopo circa 350 metri, in prossimità di fronte a un cancello, sulla sinistra si intravede una piccola mulattiera che scende im mezzo a delle case ristrutturate. La si segue facendo, attenzione a mentenere la sinistra, si compiono due piccoli tornantini e poi ci si immette in mezzo alle case fino ad incontrare l’asfalto di via Frà Giovanni Angelo Montorsoli. Come si può notare questa è una scorciatoia che evita un inutile giro per strada. Arrivati ad un trivio, nei pressi di una bella villa disabitata, si prende per un sentierino frontale, semi nascosto, che scende in mezzo a degli orti disordinati, seguendo il corso di un ruscello. Il sentiero termina sul muraglione di un grande centro residenziale, dal quale a destra si può scendere sulla strada Via Piero Calamandrei. (120 m) Seguendo la via si scende nel campetto di calcio, sulla destra, dal quale a destra scende un sentiero verso il torrente. Lo si segue verso il mare fino a Via Colletti di Voltri dove, proseguendo a sinistra, poco dopo, sempre a sinistra, si trova la scala del sottopasso dell’autostrada, che conduce direttamente al piazzale della stazione di Voltri.
Bidegunea

Bric Caramello

Bric Caramello 536m
Bidegunea

Bric Picciu

Bric Picciu 653m
Bidegunea

Case Colla

Bidegunea

Case Pezzolo

Bidegunea

Case Pezzolo di Mezzo

Bidegunea

Cima Legea

Bidegunea

Colla Di Prà

Bidegunea

Gazeu

Bidegunea

Localita Bicuggi

Bidegunea

Masone

Bidegunea

Monte Ottine

Monte Ottine 725m
Bidegunea

Monte Turchino

Monte Turchino 671m
Bidegunea

Passo del Turchino

PASSO DEL TURCHINO 530M
Bidegunea

Passo del Veleno

Bidegunea

Piani Di Pra'

Bidegunea

Rio Baiardetta

Bidegunea

Rio Martino

Bidegunea

Targa Soldato Russo Fucilato Dai Tedeschi

Bidegunea

Via Busa

Kokapenaren inguruko iritzi eta galderak

    Nahi izanez gero edo ibilbide hau