Iraupena  6 ordu 20 minutu

Koordenatuak 2345

Noiz igoa 20 de marzo de 2021

Noiz egina octubre 2020

-
-
3.027 m
1.816 m
0
3,1
6,1
12,27 km

Ikusita 27 aldiz, jaitsita 1 aldiz

Nondik gertu: San Colombano, Piemonte (Italia)

Bivacco di recente costruzione, molto utile per la salita a varie punte. In particolare la punta Sommeiller, la Cima del Vallonetto e il Roc Peirous. Accesso facile su sentiero sempre ben segnato, in un ambiente piuttosto selvaggio, che però reca i segni delle antiche fortificazioni di confine.
Il sentiero parte proprio dietro al Rifugio. Attraversa dapprima un boschetto di larici e prosegue sulla sinistra con una serie di tornanti al margine di una bastionata rocciosa al termine dei quali è visibile la “Croce del Finanziere”, chiamata così in ricordo di una Guardia alla Frontiera lì deceduta nel 1940.
Si prosegue per il sentiero attraversando magri pascoli e pietraie e si arriva al Clot delle Selle.
Qui al bivio proseguire a destra.
Da qui procedere su ripido pendio verso un edificio diroccato che si avvista in alto.
Si supera una sella e si arriva ai Laghi delle Monache (2568 m), quasi asciutti. Sono tre specchi d'acqua di dimensioni minuscole, posti su un panoramico dosso che si sporge verso la conca del Rifugio Levi-Molinari. I due laghetti inferiori, anche se di dimensioni leggermente superiori, funzionano come grosse pozze, quindi si riempiono d'acqua solo dopo il disgelo o dopo forti piogge, e vanno in secca dopo poche settimane; il laghetto superiore è alimentato da un minuscolo rio, quindi tende a durare di più, ma va comunque in secca in estate inoltrata. Sul punto più alto del dosso, chiamato Cima delle Monache (2567 m), si trova il rudere di una caserma militare.
Si attraversa con cautela il torrente e si scende leggermente per attraversare il Vallone di Galambra e risalire l’opposto versante, passando sotto le rocce del Gros Beuri e ritornando poi verso il fondo del vallone con un lungo traverso.
Riattraversare il torrente e risalire l’opposto ripido versante, seguendo i vecchi pali telegrafici.
Con tornanti molto ripidi si perviene al pianoro dove è situato il bivacco, che appare solo all’ultimo. (2980 m) Il bivacco è intitolato a Mario Sigot, un alpinista della sezione CAI di Susa morto nell'inverno del 1994 nel corso di una salita alla Grand'Hoche.
Alla sua realizzazione hanno contribuito, oltre ai volontari della sezione CAI di Susa, anche la Provincia di Torino, la Comunità montana Alta Valle di Susa e il Corpo nazionale di soccorso alpino.
Bidegunea

Bivacco Sigot Basic

Bidegunea

Cima Delle Monache

Cima Delle Monache 2567m
Bidegunea

Clot delle Selle

Bidegunea

Grange Della Valle

Bidegunea

Gros Beuri

Bidegunea

Lago Delle Monache

Bidegunea

Rifugio Levi Molinari

Bidegunea

Vallone di Galambra

Kokapenaren inguruko iritzi eta galderak

    Nahi izanez gero edo ibilbide hau