Iraupena  2 ordu 50 minutu

Koordenatuak 1093

Noiz igoa 28 de agosto de 2017

Noiz egina agosto 2017

  • Balorazioa

     
  • Informazioa

     
  • Erraza jarraitzeko

     
  • Ingurunea

     
-
-
1.375 m
845 m
0
2,2
4,4
8,86 km

Ikusita 9350 aldiz, jaitsita 149 aldiz

Nondik gertu: Fellicarolo, Emilia-Romagna (Italia)

Bel giro ad anello nell'appennino modenese. Partenza da Fellicarolo, Comune di Fanano. Il percorso ha la caratteristica di svilupparsi per lunghi tratti all'ombra di freschi faggi. Arrivati in piazza dove si trova parcheggio, si prende a sx il sentiero 429 che porta ripidamente fino al Monte Lancino sul crinale tosco emiliano. Arrivati al sentiero 445 però si svolta a dx e si scende dolcemente alla piana dei Taburri, dove c'è un'area di sosta attrezzata, tavoli da picnic e griglia. Seguendo in discesa il 431 in pochi minuti si arriva alle spettacolari cascate del Doccione. Rientro al paese tramite la carrozzabile in 3/4 d'ora.

Estratto da www.fanano.it
Cascata del Doccione
Ha un altezza di 120 metri di cui ventiquattro di salto verticale.
Facilmente raggiungibile facendo una breve passeggiata il cui inizio è posto lungo la strada che porta alla località i Taburri, il sentiero è allestito anche per il transito di portatori di handicap e permette in pochi minuti di giungere ai piedi di questa cascata. Ha un altezza di 120 metri di cui ventiquattro di salto verticale e permette in tutte le stagioni un esperienza unica, d’inverno infatti l’acqua ghiacciata crea meravigliosi giochi di colori, mentre d’estate la freschezza dona un senso di relax.
Estratto da Wikipedia
Fanano (Fanân in dialetto frignanese) è un comune italiano di 2 944 abitanti della provincia di Modena in Emilia-Romagna, situato a sud del capoluogo. È il comune più vasto dell'Alto Frignano e gran parte del suo territorio è inserito all'interno del parco regionale dell'Alto Appennino Modenese. L'altitudine del suo territorio varia dai 600 ai 2165 m s.l.m. Fa parte dell'Unione dei comuni del Frignano, che ha il proprio capoluogo a Pavullo nel Frignano.


municipio, ex convitto dei padri scolopi
Storia Modifica
Situato nel territorio dei Liguri Friniates e con attestazioni di frequentazione da parte di genti etrusche, il toponimo viene fatto risalire ad una deformazione di Fannianus, possibile prediale di un Fannius, attestato da una stele funeraria modenese di età romana.


La Torre dell'Orologio di Fanano
Il nome di Fanano è documentato dall'VIII secolo. In epoca longobarda, all'inizio del VII secolo, San Colombano avrebbe fondato un monastero, in seguito divenuto benedettino[3] per opera di Sant'Anselmo di Nonantola. Nel centro del paese una chiesa è tuttora dedicata al Santo irlandese[4][5]. Nel territorio di Fanano già durante il tardo Medioevo vi furono molte famiglie contrapposte in due diverse fazioni. Alcune di esse furono gli Ottonelli, i Rinaldi, i Magnanini, i Fogliani, i Fuoli, i Ciardi di Lotta, i Corsini di Fellicarolo, i Lardi di Ferrara, i Ballocchi della Valle di Ospitale, i Neruzzi, i Sabbatini, ed altre fino all'anno 1532, quando il duca di Ferrara fece abbattere il castello della cittadina a causa dei continui disordini. Nel XIII secolo venne fondato un convento di Francescani, mentre tra la fine del XVI e gli inizi del XVII vennero eretti il monastero di clausura della Santissima Annunziata per le suore Clarisse ed il convento dei Padri Scolopi con relativa scuola per volere del capitano Ottonello Ottonelli. Agli inizi del XVIII secolo don Giovanni Battista Lolli eresse in Ospitale, poi trasferito a Fanano, un monastero di Cappuccine. Alla fine del Settecento venne soppresso il convento dei francescani e i frati si trasferirono in quello di Fiumalbo. Oggi è ancora esistente e funzionante il monastero di clausura della Santissima Annunziata, mentre quello delle cappuccine è confluito nelle Suore Francescane Missionarie di Cristo.

La fontana e l'acquedotto Modifica
Di notevole importanza sono la fontana principale del paese e l'acquedotto costruito in concomitanza con essa. La prima, situata in piazza Corsini nel centro storico del paese, venne costruita nell'arco di un anno circa, dal 1912 al 1913, su progetto di Lapo Farinati degli Uberti, un giovane proveniente dal vicino comune di Cutigliano. L'acquedotto, che doveva sostituire il vecchio sistema ormai insufficiente a fornire acqua a tutti gli abitanti, fu progettato dallo stesso architetto che progettò la fontana. Le sorgenti che forniscono l'acqua al sistema si trovano in località Rovina Rasa (Fellicarolo) e furono donate dal dottor Camillo Monari. Tutti i progetti sono conservati nell'Archivio Comunale di Fanano.
Bidegunea

Strada + 429

Bidegunea

Fellicarolo

Bidegunea

429

Bidegunea

429 + 429-445

Bidegunea

Strada sterrata + 445

Bidegunea

Strada sterrata + 445 1

Bidegunea

Via Taburri + Strada sterrata

Bidegunea

Via Taburri + 431

Bidegunea

Via Taburri

Bidegunea

Via Taburri + Via Ca' Nesti

Bidegunea

Via Taburri 1

Bidegunea

064

15 iritzi

  • argazkia Coccamilla

    Coccamilla 03-jun-2019

    Ibilbide hau egin dut  Ikusi gehiago

    Bel percorso, consigliato

  • argazkia casasporca1

    casasporca1 15-ago-2019

    Percorso bello anche se la salita iniziale è stata veramente dura; sicuramente da rifare. Sei stato molto chiaro nella descrizione e i waypoint sono stati utilissimi. Grazie tante

  • argazkia casasporca1

    casasporca1 15-ago-2019

    Ibilbide hau egin dut  Ikusi gehiago

    Salita iniziale molto impegnativa ma fattibile

  • argazkia luca berni

    luca berni 15-ago-2019

    Ti ringrazio. Ciao

  • argazkia leogas

    leogas 17-mar-2020

    Ibilbide hau egin dut  Ikusi gehiago

    Complimenti per la descrizione dell'itinerario. Molto belle le cascate del doccione 👍

  • argazkia federica.capitani

    federica.capitani 01-jun-2020

    Ibilbide hau egin dut  egiaztatua  Ikusi gehiago

    Fatto questo percorso a fine maggio 2020. L'ho trovato molto bello e non troppo difficile. A parte nel primissimo tratto (bisogna svoltare a destra poco dopo la chiesa) il percorso è ben segnalato e se si segue il GPS non si hanno problemi. È per lo più nel bosco per cui al fresco anche nelle ore peggiori per il caldo.
    Molto belle e suggestive le cascate. Poco prima di arrivarvi abbiamo incontrato un laghetto in cui i cani si sono piacevolmente divertiti!
    Ottimo percorso anche da fare con i cani

  • argazkia luca berni

    luca berni 02-jun-2020

    Mi fa piacere che ti sia piaciuto. Ciao

  • Sara Bongiovanni 04-jul-2020

    Bellissimo percorso in cui si alternano paesaggi da favola; avendolo eseguito a giugno ho potuto fotografare diverse specie di orchidee selvatiche mai incontrate in precedenza. Percorso accessibile a tutti con la raccomandazione di non affrettarsi nel raggiungere la meta e di assaporare ogni emozione nel mille

  • argazkia luca berni

    luca berni 04-jul-2020

    Ti ringrazio dell'apprezzamento. Mi fa piacere! Se vuoi puoi lasciare una recensione a stelle. Ciao

  • Stella Tagliazucchi 05-jul-2020

    Ibilbide hau egin dut  Ikusi gehiago

    Percorso bellissimo, ma la prima parte molto molto tosta. Ho aumentato la difficoltà a difficile perché la salita è molto lunga, il resto invece facile e scorrevole.

  • argazkia luca berni

    luca berni 26-jul-2020

    Grazie mille. Ciao

  • argazkia Paolo Rosetti

    Paolo Rosetti 08-sep-2020

    Indicazioni chiarissime, percorso facile ma piacevole perché il sentiero è quasi dappertutto ombreggiato; se mi mettessi nei panni di chi non conosce la zona, dovrei annotare che le indicazioni sui sentieri potrebbero essere più chiare, però ad onor del vero si trova ben di peggio...

  • argazkia luca berni

    luca berni 08-sep-2020

    Concordo. Grazie della recensione

  • argazkia passatellis

    passatellis 25-abr-2021

    Percorso il medesimo sentiero dopo una veloce letta al commento! Tutto molto chiaro e sentieri ben segnati nella zona, bel percorso 👍🏻

  • argazkia luca berni

    luca berni 26-abr-2021

    Grazie. Ciao

Nahi izanez gero edo ibilbide hau