Denbora mugimenduan  4 ordu 26 minutu

Iraupena  6 ordu 43 minutu

Koordenatuak 2953

Noiz igoa 26 de febrero de 2019

Noiz egina febrero 2019

  • Balorazioa

     
  • Informazioa

     
  • Erraza jarraitzeko

     
  • Ingurunea

     
-
-
392 m
228 m
0
4,7
9,4
18,88 km

Ikusita 789 aldiz, jaitsita 29 aldiz

Nondik gertu: Casanova Pansarine, Toscana (Italia)

Facile ma lungo giro che tocca tra i punti paesaggisticamente più interessanti delle Crete. Da effettuarsi con terreno asciutto , poiché la creta aderendo tenacemente alle scarpe rende difficile camminare.
Provenendo da Taverne d'Arbia e procedendo sulla vecchia Lauretana in direzione Asciano, si svolta dopo pochi Km in uno stradello sulla sinistra dove subito dopo a destra si può lasciare l'auto in un comodo spiazzo. Si procede diritti sulla sterrata ignorando la strada sbarrata sulla sinistra che si trova poco dopo e che conduce alle caratteristiche formazioni chiamate Biancane. Si raggiunge e si supera il castello di Leonina, ora albergo. Il percorso offre sulla sinistra belle vedute sui "mammelloni£ . Poco dopo Leonina si trova un bivio.Si ignora lo stradello a sinistra , che percorreremo successivamente, e si imbocca quello a destra che in breve conduce all"egnimatico "site transitoire" un monumento dell'artista francese J.P Philippe con reminiscenze della Porta del Sole inca. Si prosegue poi fino a raggiungere il borgo di Mucigliani,superato il quale si riguadagna dopo un paio di Km la vecchia Lauretana che si imbocca a destra. Dopo un paio di Km si trova sulla destra un non evidente sentiero che scende sul fondo valle attraversando dapprima una zona boschiva e poi delle aree coltivate. Può essere ignorato il proseguire fino al casale (frazione "Mezzavia") che si trova circa 800 m più in là del bivio. Risaliti dal fondo valle si riguadagna la strada di Leonina , ripercorrendone a destra un breve tratto, per raggiungere nuovamente al bivio per il Site Transitoire , prendendo questa volta la direzione sinistra ed iniziando così il percorso delle Biancane con belle viste su calanchi e collinette erosive mammolari che degradano verso campi coltivati,sapientemente drenati,e laghetti di raccolta idrica.
E' possibile scendere ad uno di questi laghetti che è interessante costeggiare in parte,godendo,specie nelle tarde ore pomeridiane,di splendide viste su un paesaggio composito. Ritornati al punto di discesa al laghetto,si può terminare il giro delle Biancane percorrendo lo stradello che costeggia questa zona calanchiva sia sotto che sopra ,anche se uno dei due tratti dovrà essere percorso due volte .Terminato quest'ultimo anello in breve si raggiunge il punto di partenza.
Bidegunea

Primo bivio

Ikuspegia

Vista sulle Biancane

Ikuspegia

Vista sulle Biancane

Ikuspegia

Vista sulle Biancane

Gaztelua

Castello di Leonna

Gaztelua

Castello di Leonina

Ikuspegia

Vista sulle Biancane

Ikuspegia

Vista sulle Biancane

Argazkia

Paesaggio

Monumentua

Site Transitoire

Monumentua

Site transitoire

Bidegurutzea

Bivio

Eraikin erlijiosoa

Sant'Andrea in Mucigliani

Ikuspegia

Mucigliani sullo sfondo

Ikuspegia

vista sui laghetti

Monumentua

Mezzavie

Bidegurutzea

Punto di discesa alla valle

Ikuspegia

Sentiero tra i boschi

Zuhaitza

Fondovalle

Ikuspegia

vista sui laghetti

Argazkia

Per il sentiero dele biancane

Ikuspegia

I mammelloni

Ikuspegia

Vista sul laghetto

Ikuspegia

Vista sui calanchi e laghetto

Bidegurutzea

Bivio per la discesa al laghetto

Argazkia

Foto

Ikuspegia

vista sui calanchi dal laghetto

Zuhaitza

Vista del laghetto

Ikuspegia

vista sui calanchi dal laghetto

Ikuspegia

Opere di drenaggio dei campi coltivati

Ikuspegia

Calanchi dal sentiero basso

Ikuspegia

Vista sui calanchi

Bidegurutzea

Bivio per la parte alta del circuito e per il ritorno al punto di partenza

Ikuspegia

Vista al tramonto

Ikuspegia

Vista al tramonto

Ikuspegia

Campi coltivati

1 iruzkina

  • argazkia fedeg85

    fedeg85 13-ene-2020

    Ibilbide hau egin dut  egiaztatua  Ikusi gehiago

    Percorso estremamente bello, con panorami spettacolari sulle Crete Senesi e paesaggi verdissimi anche in inverno (lo abbiamo fatto il 29 dicembre 2019) oltre al borgo di Mucigliani e il Sito Transitorio (patrimonio Unesco). Particolarmente adatto per gli amanti della fotografia in quanto ricco di scorsi e scenari da favola. Il percorso non presenta difficoltà di dislivello ma avendolo fatto in inverno i terreni argillosi si sono rivelati in molti tratti melmosi e collosi, un po' scivolosi. E' preferibile fare questo itinerario quando i terreni sono ben asciutti (sono comunque sempre raccomandate scarpe da trekking), ma da evitare i periodi molto caldi dato che il percorso è totalmente esposto al sole senza ripari.

Nahi izanez gero edo ibilbide hau