Denbora mugimenduan  3 ordu 16 minutu

Iraupena  4 ordu 4 minutu

Koordenatuak 2673

Noiz igoa 16 de febrero de 2020

Noiz egina febrero 2020

-
-
767 m
340 m
0
3,6
7,3
14,54 km

Ikusita 313 aldiz, jaitsita 21 aldiz

Nondik gertu: Frascati, Lazio (Italia)

Anello culturale e sportivo nel Parco Archeologico Culturale di Tuscolo. Percorso adatto a chiunque, sia a chi vuole rilassarsi passeggiando tra le rovine dell'antica città di Tuscolo sia a chi vuole avere un itinerario sportivo anche e soprattutto in mtb di grande valore storico.
Il percorso parte da Frascati, si può parcheggiare sia in Viale Luigi Canina, sia sul Viale Francesco Borromini. Si sale costeggiando la propietà di Villa Falconieri a sinistra e quella dei frati Cappuccini a destra. Il sentiero 501 inizia di fronte all'entrata di Villa Falconieri. Si sale fiancheggiando prima la propietà della Villa Falconieri poi quella di Villa Mondragone. Si giunge al residence Pratone (inconcepibile tale cementificazione in questa zona) sino ad attraversare la via Tuscolo per ritrovarsi di fronte al viale del Sacro Eremo di Camaldoli. Questo rimane sempre chiuso, tranne la domenica mattina alle 7 quando vi si celebra la messa, oppure bisogna suonare per chiedere al frate di turno se è possibile visitare il convento. Da qui in poi si sale contornati dalle rovine dell'antica città di Tuscolo sino all'area archeologica (visite guidate il sabato e la domenica dalle 9:30 alle 19:30). Diversi sono i sentieri più o meno panoramici che salgono sulla Croce del Tuscolo, io ho preferito fare quello più nascosto per poter tornare a visitare le grotte sotto la base del monte. Dalla Croce del Tuscolo si scende sulla valle che anticipa il pianoro chiamato Prata Porci (dove venne combattuta la battaglia nel 1167 d.C tra le truppe di Roma e quelle dei Tuscolani appoggiati dall'Imperatore Federico I). Anche qui vi sono numerosi sentieri che più o meno si intersecano con la sterrata principale, ovvero il sentiero 503. Ho seguito all'andata la traccia più ad ovest entrando in un piccolo bosco per poi riprendere il 503-503A sino al bivio per il Monte Salomone. Salito in cima, si ha un bel colpo d'occhio sulla periferia est di Roma, si scorgono i Monti Prenestini, i Tiburtini e i Lucretili oltre a tutti i paesi sottostanti, sono ridisceso per il sentiero 503-503B. Scendendo si incontra la deviazione per Monte Compatri più avanti vi sono i ruderi di una cisterna romana del I secolo a.C. propio sotto al colle chiamato La Montagnola, che anche in questo caso è stato investito dalla cementificazione. Proseguendo sul sentiero si torna alla base del Monte Tuscolo, svoltando a destra anzichè salirci di nuovo si continua sul sentiero 502 che attraversa la valle dei Prata Porci che si ricollega più avanti il 501 fatto all'andata.
Questo itinerario è consigliabile farlo nel periodo autunnale o invernale in quanto tra la primavera e l'estate oltre al gran caldo molti sentieri tornano ad essere ricoperti da piante infestanti e rovi, oltretutto alcune rovine scompaiono sotto di esse, in più da qualche anno molti costoni tra il Tuscolo e il Salomone sono investiti da incendi dolosi che ne deturpano il paesaggio.
parquing

Foto

Waypoint

Inizio sentiero 501

Waypoint

Sbarra - segnavia - piccola nicchia votiva

Erlijio-eraikina

Sacro Eremo di Camaldoli

Intersection

Segnavia 501-502

hondakin arkeologikoak

Area Archeologica di Tuscolo

Hondakinak

Rovine con affaccio panoramico

hondakin arkeologikoak

Area Archeologica di Tuscolo

Haitzuloa

Grotte

cima

Croce del Tuscolo 670m

Intersection

Incrocio sentieri 503 - 503A

Hondakinak

Ruderi

árbol

Inizio bosco

Waypoint

Sentiero 503

Waypoint

Segnavia 508A - 503

Intersection

Bivio salita Monte Salomone

cima

Monte Salomone 773m

Intersection

Incrocio sentieri 503-503A

Waypoint

Sterrata 503A

Hondakinak

Cisterna Romana

Waypoint

Sentiero 502

Hondakinak

Antico arco della Villa Falconieri

Kokapenaren inguruko iritzi eta galderak

    Nahi izanez gero edo ibilbide hau