Jaitsi

Luzera

9,5 km

Desnibel positiboa

480 m

Zailtasun maila

Erraza

Desnibel negatiboa

480 m

Gehieneko garaiera

752 m

Trailrank

62

Gutxieneko garaiera

455 m

Ibilbide mota

Zirkularrak

Iraupena

5 ordu 7 minutu

Koordenatuak

1372

Noiz igoa

20 de febrero de 2021

Noiz egina

febrero 2021
Izan zaitez lehena txalotzen
Elkarbanatu
-
-
752 m
455 m
9,5 km

Ikusita 303 aldiz, jaitsita 6 aldiz

Nondik gertu: Poggio Lastra, Emilia-Romagna (Italia)

Si raggiunge in auto Cà di Veroli (a 2,8 Km da Poggio alla Lastra per strada in parte sterrata).
Il percorso è ad anello passando per località un tempo abitate.
Si parte lungo il sentiero CAI 203 per lasciarlo dopo circa 3 Km. per un sentiero non numerato ma segnato da sporadici segni rossi sugli alberi fino a Rio Salso. Da quì si ritorna a Cà di Veroli dal sentiero CAI 213A.
Lungo il percorso non si incontrano fonti d'acqua.
Tempo in movimento circa ore 3,30
Zubia

Ponte Cà di Veroli

E' collocato sul Fosso di Rio Salso, vicino alla sua confluenza nel Bidente di Pietrapazza, poco sotto Ca' di Veroli. Nel 1877 il comune di Bagno di Romagna decise di costruire un ponte di pietra sul Fosso di Rio Salso per collegare la valle del Rio Salso con quella di Pietrapazza ove transitava una strada trafficata comunale; ma solo intorno al 1890 si potè approvare e finanziare il progetto, predisposto dall'ingegnere comunale Camillo Buffoni (dal sito: bagnodiromagnaturismo.it)
Aterpea

Cà di Veroli (Poggio alla Lastra)

Attualmente ristrutturato e destinato ad Albergo/Ristorante. Nel 1816 nè è proprietario Gio Batta Bardi. Nel 1864 Bardi Domenico ed abbandonato nel 1970 da Bardi Giovanni (dal libro: I sentieri dei passi perduti)
Hondakinak

Quadalto

rudere di fabbricato lungo il sentiero CAI 203 da Cà di Veroli in direzione Rio Petroso, al Km. 2,400
Bidegurutzea

bivio a destra

il bivio è in corrispondenza di una grande quercia (vedi foto waypoint). Da qui si lascia il sentiero CAI 203 per sentiero non numerato in direzione rudere di Piangoce e Spagnole (poco visibile in questo tratto e segnato da sporadici segni rossi lungo il percorso)
Hondakinak

Piangoce

rudere di fabbricato lungo il sentiero CAI 203 da Cà di Veroli in direzione Rio Petroso, al Km. 3.100
Hondakinak

Spagnole (loc. Rio Salso)

oltrepassata la recinzione del podere di Spagnole il sentiero si perde nei campi incolti fino a dopo il rudere. Seguire la traccia gps. Un pò di storia: nel 1897 è di proprietà Giovanni Agnoletti ed è lavorato da Francesco Rossi. E' stato abbandonato da Bardi Alessandro nel 1955 (dal libro: I Sentieri dei passi perduti)
Hondakinak

Cimitero di Rio Salso

E' stato costruito nel 1890 su progetto dell'Ing. Giovanni Ambrogetti. In stato di abbandono e rovine
Hondakinak

Chiesa di San Salvatore

La Chiesa è dedicata (1573) a San Salvatore e nel 1595 sostituisce definitivamente l'altra, titolata Santa Maria, diroccata dieci anni prima dai terremoti (dal libro: I Sentieri dei passi perduti)
Bidegunea

Rio Salso

Rio Salso è documentato fin dal 1193. Fu tra i territori soggetti a Lizio di Valbona fino dal 1225 indi conquistato dai Ghibellini (1335). Il "castrum" descritto con rocca e torre fortissima e 10 focolari (1371) fu espugnato nel 1404 dagli alleati del Salviati e distrutto. Entrò poi a far parte del Capitanato della Val di Bagno. Abitanti: 1595 (60); 1746 (95); 1833 (108); 1851 (117); 1881 (124); 1921 (141); 1931 (119); 1951 (95); 1961 (22); 1971 (0) - (dal libro: I Sentieri dei passi perduti)
Hondakinak

Riacci (Loc. Rio Salso)

nel 1774 abitato da Andrea di Paolo Lombardi. Nel 1816 è lavorato da Bardi Marco e nel 1864 da Mosconi Gaspero. Nel 1897 il proprietario è Giuseppe Giannelli ed è tenuto da Toschi Stefano. E' stato abbandonato da Pieraccini Antonio tra il 1960/61
Zubia

ponte sul fosso di Rio Salso

passerella di recente costruzione
Ur-jauzia

Cascatelle lungo il Fosso di Rio Salso

il sentiero CAI 213A in questo tratto (dal ponte sul fosso fino a Cà di Veroli) fiancheggia il Rio Salso con le sue cascatelle visibili dall'alto (stagione permettendo)

Kokapenaren inguruko iritzi eta galderak

    Nahi izanez gero edo ibilbide hau