Jaitsi

Desnibel positiboa

649 m

Zailtasun maila

Zaila

Desnibel negatiboa

649 m

Gehieneko garaiera

996 m

Trailrank

59

Gutxieneko garaiera

460 m

Ibilbide mota

Zirkularrak

Iraupena

6 ordu 29 minutu

Koordenatuak

1646

Noiz igoa

24 de mayo de 2021

Noiz egina

mayo 2021
Izan zaitez lehena txalotzen
Elkarbanatu
-
-
996 m
460 m
11,31 km

Ikusita 26 aldiz, jaitsita 1 aldiz

Nondik gertu: Poggio Lastra, Emilia-Romagna (Italia)

Percorso ad anello di circa 3,45 ore in cammino.
Dal Ponte del Faggio a Casanova dell'Alpe si sale da Ponte Bottega camminando lungo la vecchia mulattiera di Ridracoli, per poi scendere lungo il fosso di Strabatenza per un sentiero non numerato. Si consiglia l'uso del gps.
Prestare attenzione all'orientamento lungo il fosso di Strabatenza, e al piccolo tratto esposto poco dopo Cortine di Sopra.
Lungo il cammino si incontrano alcune fonti d'acqua
Zubia

Ponte Bottega sul fosso del Bidente di Pietrapazza

ponte a schiena d'asino fra due mulattiere: di Ridracoli sulla sponda sinistra e del Bidente sulla sponda destra Ponte in muratura ad arco costruito nel 1857. Punto di riferimento per alcune mulattiere che conducono a Strabatenza, Casanova dell'alpe e Ridracoli, è stato recentemente restaurato.
Bidegurutzea

bivio a sinistra

si prende il ponte di legno sul fosso del Palaino a sinistra.
Bidegunea

Mulino delle Cortine

Nel 1816 è condotto da Satanassi Franco, abbandonato nel 1968-69 da Milanesi Maurizio. Successivamente struttura ricettiva, ora in fase di ristrutturazione.
Bidegunea

Cortine di Sopra.

1547: un podere con una casa e terre lavorative roncate. Abbandonato da Bergamaschi Andrea nel 1968 ora adibita a casa scout. Attenzione al tratto esposto a monte del fabbricato.
Hondakinak

ll Trogo

Ruderi, lo lavora nel 1816 Buscherini Francesco. Abbandonato da Beoni Giovanni fra il 1959 e il 1960
Iturria

Fonte della Spungazza

Sorgente di acqua molto ricca in carbonato di calcio, che sgorga presso il fondovalle del fosso del Trogo
Hondakinak

Ruderi lungo la mulattiera

ruderi lungo il sentiero CAI n. 211.
Hondakinak

Le Fiurle

Si trova lungo il sentiero CAI 211 che dalla Valle di Pietrapazza sale verso Casanova dell’Alpe. 1545-1547: Prime documentazioni Nel 1879 Paolo Milanesi vi apre un'osteria. E' abbandonato da Milanesi Francesco nel 1969
Iturria

Lavatoio

Fontanile con rubinetto lungo la mulattiera poco prima di Casanova dell'Alpe
Bidegunea

Casanova dell'Alpe

La più alta frazione del comune di Bagno di Romagna (971 mt slm) posta sul crinale che divide le vallate del Bidente di Pietrapazza dal ramo del Bidente di Ridracoli. Frazione documentata fin dal XIV secolo. Nel 1850 si contavano 200 abitanti, e nel 1878 vi fu aperta un'osteria. Nel dopoguerra sede di una scuola elementare. Dagli anni sessanta subisce come tutta la zona circostante un progressivo abbandono che culmina nel 1980, anno in cui i residenti si azzerano. La località è raggiungibile con una pista carrabile ma fino agli anni 60 era raggiungibile solo da mulattiera. Chiesa, canonica e altri edifici nei dintorni sono strati ristrutturati. All'interno della chiesa sono presenti diverse foto testimoniali della vita passata in questo borgo.
Bidegurutzea

bivio poco visibile

A circa 1200 m da Casanova dell'Alpe, si lascia la carraia e si scende a destra lungo il fosso di Strabatenza per sentiero non numerato (presenti solo alcuni punti rossi)
Hondakinak

Cà i Fondi

Nel 1816 è lavorato da Gazzani Antonio e nel 1897 da Giovanni Versari. Lo abbandona nel 1955 Giuseppe Versari. N.B. a Cà i Fondi è presente un piccolo ponte in muratura a secco, per preservarlo e per la propria sicurezza ci sono cartelli che raccomandano di non utilizzarlo.
Bidegurutzea

bivio a sinistra

si guada il torrente e si prosegue sul lato sinistro del Fosso di Strabatenza
Atseden-gunea

Fonte di Guido

Situata tra Trappisa di Sopra e Trappisa di sotto. E' un'area attrezzata con tavolini, panche, braciere e fontana con acqua
Aterpea

Trappisa di Sotto

documentata fin dal 1750 e abitata da due famiglie. Abbandonata nel 1961 da Luigi Bartolini. Oggi rifugio in autogestione prenotabile tramite il sito www.trappisa.it ed offre due opzioni: può essere affittato l’intero edificio, oppure la singola camera in modalità ostello, condividendo gli spazi comuni con gli altri ospiti
Bidegurutzea

bivio a destra

si lascia la carraia scendendo per il sentiero nel bosco

Kokapenaren inguruko iritzi eta galderak

    Nahi izanez gero edo ibilbide hau