Denbora mugimenduan  ordu bat 44 minutu

Denbora  2 ordu 37 minutu

Koordenatuak 1540

Noiz igoa 24 de febrero de 2018

Noiz egina febrero 2018

  • Balorazioa

     
  • Informazioa

     
  • Erraza jarraitzeko

     
  • Ingurunea

     
-
-
215 m
155 m
0
2,2
4,5
8,98 km

Bisitak 2977, kokapena 103

Nondik gertu San Lorenzo II, Lazio (Italia)

Passeggiata ad anello sulla via Amerina.

La Via Amerina era un'importante arteria. Utilizzata a partire dal 240 a.C., collegava Veio (a nord di Roma) con Ameria (l'attuale Amelia in Umbria) attraversando tutto il territorio falisco e toccando i centri di Nepet (Nepi), Falerii (Civita Castellana), Fescennium (Corchiano), Gallese, Vasanello e Hortae (Orte).

Per raggiungere l'inizio dell'escursione, bisogna percorrere la Strada Statale 311 Nepesina e giunti in Località San Lorenzo II, comune di Castel S.Elisa (a pochi chilometri da Nepi) si trova un cartello con scritto "Via Amerina".
Si lascia la S.S. 311 e si imbocca una strada sterrata che termina dopo circa 200 metri di fronte ad un'abitazione privata.
Qui si parcheggia la macchina e inizia la camminata.

Ho effettuato un percorso ad anello, con una deviazione "a triangolo" per andare a vedere la via Cava Buia di Fantibassi.

Iniziata la passeggiata, dopo pochi passi, si incontra il primo ponte romano.
Superato il ponte romano si notano delle cavità, a destra e sinistra delle strada, alcune evidenti, altre nascoste dalla vegetazione.
Si prosegue tra resti e tombe, fino a raggiungere il Rio Maggiore.

In questo punto ho abbandonato la Via Amerina per andare a vedere la Via Cava Buia di Fantibassi.
Per effettuare questa deviazione, ho girato a destra, seguendo un sentiero che dalla Via Amerina arriva a Civita Castellana, che corre lungo la sponda del torrente Rio Maggiore; si tratta di un sentiero sempre evidente e segnalato con i segnavia bianco/rosso del CAI, anche se, in alcuni tratti, non facile da percorrere.

Lungo questo tratto, per raggiungere la Via Cava Buia di Fantibassi, bisogna guadare più volte dei torrenti (più o meno agevolmente).

La Via Cava Buia di Fantibassi è molto suggestivo con le sue pareti alte fino a 14-15 metri e con un grande masso che, staccatosi dalle pareti, ha creato una breve galleria.
A metà, circa, della Via Cava è possibile leggere una frase incisa nel tufo, che, secondo alcuni studiosi starebbe a significare: furc(ulam)-p(rotacios)-c(ensor)-ef(fodi)-i(ussit)v- ovvero: “il censore Titos Protacios ordinò di scavare la gola per i carri"

Vista la via Cava sono tornato sui miei passi e ho proseguito la camminata verso la Via Amerina.
Giunto sulla Via Amerina ho proseguito verso destra e dopo l'ennesimo guado sono arrivato ad una necropoli. Da questo punto è possibile proseguire per visitare Falerii Novi (cosa che io non ho potuto fare causa un forte temporale che mi ha costretto a tornare indietro)
Imboccata nuovamente la Via Amerina, poco dopo sono arrivato allo spettacolare Cavo degli Zucchi, una tagliata con al centro un basolato romano perfettamente conservato e sulle pareti della tagliata circa 200 tombe.
Dopo questa emozione, una semplice passeggiata nella pianeggiante campagna mi ha riportato riporta fino al punto di partenza.

3 iritzi

  • argazkia Giampaolo Grillo

    Giampaolo Grillo 04-mar-2018

    Ibilbide hau egin dut  egiaztatua  Gehiago ikusi

    Percorso molto bello

  • argazkia formika

    formika 10-abr-2018

    Ibilbide hau egin dut  Gehiago ikusi

    Bel percorso

  • argazkia lukketto

    lukketto 15-abr-2018

    Ibilbide hau egin dut  Gehiago ikusi

    Percorso facile e ameno, cultura storia e sottobosco ricco di martgherite e ciclamini in questo periodo, bisogna fare attenzione al bivio per l'attraversamento del fiume dopo la necropoli dei tre ponti, ilo sentiero non è chiaro, noi per errore abbiamo deviato verso sx percorrendo la riva del fiume verso la riserva di caccia e in ogni caso vale la pena anche di fare un giro di questa zona, tornati indietro abbiamo trovato infine il ponte agibile con scorrimano in tubi di ferro.

Nahi izanezkero edo ibilbide hau